Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home
Precarietà assistenziale a Castellammare di Stabia

Una denuncia pubblica della sezione campana di USI_AIT Sanità.

AL DIRETTORE SANITARIO OO.RR. AREA STABIESE. Castellammare di Stabia.

Oggetto: Precarietà assistenziale notturna nel Plesso di Gragnano.

Nell’indifferenza generale, è diventata insostenibile la questione dell’assistenza medica notturna nel Plesso di Gragnano.
Rimane difficile e problematica la comunicabilità tra i comparti delle due unità operative e i sanitari del SAUT che, ufficiosamente, provvedono a colmare il vuoto emergenziale, in attesa dell’arrivo del medico reperibile.
Gli infermieri professionali si prodigano sovente a compiere scelte e a sovraccaricarsi di responsabilità che non gli competono.

I degenti e i rispettivi parenti avvertono e lamentano la precarietà assistenziale.
Il peso della reperibilità notturna si riverbera solo su una quota striminzita del corpo sanitario in servizio, ormai saturo di una simile condizione squilibrata. La chiamata in pronta disponibilità non è riconosciuta in modo automatico, ma è stato concepito un meccanismo per cui quanto è dovuto dipende da un elemosinare.
E’ altrettanto problematico il rapporto con il Pronto Soccorso del San Leonardo, i cui medici non giustificano l’evenienza di una permanenza, nei locali adibiti all’urgenza, di degenti provenienti da Gragnano che necessitano di un’osservazione più complessa che solo il presidio ospedaliero può garantire.
La persistenza di questo stato di cose scaturisce da scelte miopi e di fiato corto. L’intervento amministrativo è stringente. E’ perverso continuare a tirare a campare, fino all’evento esplosivo che rimescola il tutto inevitabilmente con conseguenze penali per i malcapitati.
O si ripristina il turno notturno medico o si ritorna alla casa madre e si dispone il Plesso per altro.

dr Amato Rizzo. USI-AIT Sanità

tel. 3495409532

e-mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

31-12-2014

condividi
 

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe